Loading ...
Are you a Photographer?
Find out about our services
×
Andrea Calvano

Andrea Calvano nato nel 1978 a Verona, ha vissuto in Puglia e ora vive in Abruzzo. Per cui non è una frase fatta, quando dice di essere italiano!

www.andreacalvano.com

Adora viaggiare, ascolta in ogni momento musica ed è uno di quelli che ha sempre comprato riviste e giornali solo per guardare le fotografie. Suo padre impiegato, sua mamma casalinga, non gli hanno insegnato la fotografia ma ad apprezzare le cose belle, ad aver rispetto per gli altri e dare sempre il massimo: caratteristiche che ha riversato interamente in ogni suo servizio fotografico.

Galeotto fu un corso organizzato dalla Canon a Roma. Va, partecipa, impara, viene premiato. Comincia così a farsi strada l’idea della fotografia professionale. A dicembre del 2008 apre il suo primo “negozio”. Nel giro di un paio di anni, capisce che non è il massimo per lui fare fotocopie, fax e fototessere.

Decide di fare un passo importante: decide di far diventare il Negozio un vero e proprio Studio Fotografico. In questi pochi anni è cresciuta a dismisura la passione per il Wedding. Di esso lo attraggono le emozioni, la dinamicità e il contatto con la gente. E’ fondamentale, secondo lui, durante il Wedding capire quando farsi da parte e lasciar vivere le emozioni agli sposi: sono loro i protagonisti non il fotografo. Perchè bisogna essere bravi a cogliere il momento, l’essenzialità di uno sguardo e l’intensità di una lacrima, lasciando quindi massima libertà agli sposi. Una fotografia “costruita” è una fotografia che non emoziona. Noi, invece, siamo fotografi di emozioni.


YOUR OPINION ABOUT ALBUM EPOCA

È anche grazie ad Album Epoca, alla loro attenta e precisa guida, che sono cresciuto stilisticamente e professionalmente. Conosco Album Epoca ormai da 7 anni, il continuo aggiornarsi e i puntuali e interessanti Workshop, hanno fatto sì che il rapporto fotografo-laboratorio, diventasse un rapporto di "miglior amico" che dà consigli. Album Epoca: il posto migliore dove custodire le "mie" fotografie.